Ucraina, tornano violenza e morti nel Donbass. L’UE: “Violati accordi di Minsk”

donbass

Nella regione del Donbass è tornata la violenza: il territorio conteso dell’Ucraina orientale è di nuovo teatro di scontri e morti tra i ribelli filorussi e l’esercito locale. 

La terza giornata di conflitto armato ha fatto ulteriormente salire il bilancio delle vittime: 13, tra cui 3 civili. L’escalation di violenza preoccupa prima di tutto il primo ministro ucraino, Poroshenko, tornato d’urgenza dalla visita diplomatica in programma a Berlino. Ma è soprattutto l’Unione Europea a lanciare l’allarme: “E’ un’aperta violazione degli accordi di cessate il fuoco stipulati a Minsk“.

La battaglia si sta svolgendo a Avdijvka, città di circa 55mila abitanti restata però senza elettricità e rifornimenti energetici in un periodo dell’anno in cui si è stabilmente sotto i -10 gradi. Mosca e Kiev, intanto, cominciano il solito balletto di accuse.

Notizie simili su NewsEuropa.it