Spese folli, assolti due ex M5s

Spese

Gli ex consiglieri del movimento cinque stelle in Emilia-Romagna, Andrea Defranceschi e Giovanni Favia, sono stati assolti per il processo definito “spese pazze” dall’accusa di peculato. I due consiglieri, eletti nel 2010 erano stati indagati, durante un’altra mega inchiesta, partita dalla procura di Bologna, relativa a costi e rimborsi di politici. Infatti, queste verifiche, avevano portato alla luce 41 casi sospetti. Per ciò che riguarda Favia, erano state contestate spese leggermente superiori ai € 5000. Al capogruppo Defranceschi, invece, sono stati contestati valori intorno ai € 100.000. Le voci riguardanti i rimborsi personali, andrebbero divise tra cene e pranzi, con causali riferite ad iniziative del proprio partito. Secondo quanto stabilito dal giudice preliminare Rita Zaccariello, il fatto non sussisterebbe: per cui la condanna richiesta dal procuratore Plazzi, non è stata accolta.

 

fonte: Ansa

Notizie simili su NewsEuropa.it