Spagna. Non sarà più possibile uccidere i tori durante gli spettacoli popolari

Il Governo di Castiglia e León (Spagna) ha emanato in data odierna un provvedimento che vieta l’uccisione di tori da combattimento nel corso degli spettacoli popolari che periodicamente si tengono nella regione spagnola.

Il suddetto provvedimento è stato accolto benevolmente da coloro i quali si sono sempre battuti a favore degli animali, anche se alcune associazioni hanno evidenziato come, seppur positivo, il decreto emanato consente ancora che possano avvenire i maltrattamenti sui tori da combattimento.

C’è da dire infatti che è stata vietata solamente l’uccisione del toro, non anche che si tengano feste di origini medievali come il Toro de la Vega in cui l’animale viene colpito ripetutamente fino a stramazzare a terra. Fortunatamente, da quest’anno non verrà più ucciso a colpi di lancia come vuole la tradizione e come è stato sempre fatto fino allo scorso anno.

Notizie simili su NewsEuropa.it