Referendum Brexit, parla Cameron: “Se vince il sì, tornerebbe il rischio guerra”

cameron brexit

Il 22 giugno è una data fondamentale per la Gran Bretagna e per l’Unione Europea: i sudditi della Regina Elisabetta II saranno chiamati a votare nel referendum relativo al Brexit. Oggi il premier inglese, David Cameron, ha di fatto inaugurato la campagna elettorale, spiegando ai cittadini perché devono dire no all’uscita della Gran Bretagna dall’UE.

Sposteremmo le lancette indietro di decenni; per anni si è tentato di far convivere pacificamente popoli e Stati europei, l’Unione Europea è riuscita in questo intento. Dovessimo uscire, tornerebbero i nazionalismi e il rischio guerra tornerebbe ad aleggiare sul Vecchio Continente“. L’intervento di Cameron è stato preceduto da quello di uno dei leader del partito laburista, David Miliband, il cui fratello Ed fu sconfitto proprio dall’attuale premier alle scorse elezioni politiche. I due, in questo caso, condividono la posizione in vista del prossimo referendum.

Notizie simili su NewsEuropa.it