Gheddafi: i suoi discepoli appoggiano l’Isis

gheddafi

Tutte le tribù che ai tempi seguirono Gheddafi nella sua politica, ora stanno a fianco dell‘Isis. In base a quanto trapelato da voci certe, dietro questa scelta ci sarebbe la volontà di vendetta contro gruppi rivoluzionari e i paesi della Nato, loro alleati. Secondo quanto riferito da alcuni giornali libici, al momento I combattenti a fianco del gruppo terroristico, sarebbero almeno 2500. La maggior parte dovrebbe essere formata da volontari giunti a Bengasi e provenienti dalla Siria, Iraq, Tunisia, Algeria e Marocco. Un giornalista di Tripoli, parlando al Corriere della Sera, commenta : ” Non a caso arrivano da Sirte, dai villaggi circostanti, Tarhuna, Bani Walid e dalla regione della capitale. Tutte zone dove Gheddafi godeva di ampia popolarità sino alla sua scomparsa nell’ottobre 2011. Utilizzano nomi di battaglia inventati sul momento, cercano di non farsi riconoscere per evitare che le loro famiglie possano venire perseguitate dai due governi di Tobruk e Tripoli. Temono le possibili rappresaglie della Nato, specie le squadre speciali inglesi e francesi. Anche l’Italia è vista come un nemico pericoloso “.

Notizie simili su NewsEuropa.it