Francia, ancora scontri per la riforma del lavoro

scontri riforma del lavoro francia

Continuano, praticamente incessanti, le proteste in Francia per la riforma del lavoro annunciata dal governo. Nelle ultime settimane sono state numerosissime le manifestazioni, molte terminate con violenti scontri con la polizia. Oggi, quella che è ormai a tutti gli effetti una guerriglia urbana, presenta un nuovo bollettino.

A Parigi, tanto per cominciare, sono state arrestate 10 persone; durante un corteo di protesta, una parte dei manifestanti si è staccata ed ha cominciato a lanciare bottiglie verso la gendarmeria, danneggiando anche numerose autovetture parcheggiate. A Bordeaux, poi, circa 100 facinorosi si sono scagliati contro una stazione di polizia locale, lanciando oggetti e distruggendo un’automobile. Gravi anche gli episodi a Nantes dove le forze dell’ordine hanno dovuto far ricorso a gas lacrimogeni per fermare gli atti vandalici che hanno portato alla distruzione di una vetrina di una banca.

Notizie simili su NewsEuropa.it