Donna sviene in aula a confronto con il suo sfruttatore

Genova. Nel corso di un’udienza in tribunale, una donna rumena di trent’anni è svenuta a seguito del riconoscimento del suo sfruttatore. L’arresto di quest’ultimo, anch’egli un rumeno ma di 20 anni, era avvenuto il 17 febbraio 2017 a seguito di una lite fra i due durante la quale l’uomo colpiva alla donna perché aveva incassato troppo poco.

L’emozione ha colpito la donna in maniera così intensa che, mentre raccontava le modalità con cui l’aguzzino la sfruttava in maniera ripetuta, non ha retto il confronto e ha perso i sensi in aula.
La donna, una prostituta trentenne, ha raccontato, tra l’altro, le violenze che ha dovuto subire e finanche le percorse che hanno portato poi alla denuncia e quindi al processo che si sta tenendo nell’aula genovese. La donna è poi stata soccorsa dagli astanti, in primis dal pm, ed è poi stata portata all’ospedale

Notizie simili su NewsEuropa.it