Crisi Grecia, situazione nuovamente sull’orlo dell’abisso

Alexis TSIPRAS

Col rifiuto da parte dell’FMI di erogare una nuova tranche compresa nell’accordo da 86 miliardi stipulato lo scorso anno per salvare il paese, la Grecia ha chiesto aiuto all’Unione Europea per sbloccare la situazione. Il Fondo Monetario Internazionale ha ritenuto insufficienti le ultime misure varate dal governo Tsipras (3 miliardi recuperati tra riforma fiscale e pensionistica), chiedendo nuovi tagli per altri 3 miliardi, richiesta che tra l’altro è stata appoggiata da Bruxelles.

Peccato che tale richiesta non fosse compresa negli accordi originari, scatenando così l’ennesima crisi attorno alla situazione Grecia, con Tsipras che ha richiesto l’intervento dell’Eurogruppo. Il presidente Jeroen Dijsselbloem ha però spento gli ardori greci dichiarando che non è in programma per domani alcun summit UE sulla questione, trovando peraltro appoggio nelle parole del ministro delle finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, apparso particolarmente freddo in merito. La crisi di liquidità sta nuovamente colpendo il paese che, prima dell’estate, potrebbe già non essere in grado di pagare stipendi e pensioni.

Notizie simili su NewsEuropa.it