Cattolici in fuga dalla Chiesa

cattolici

Ora, uscire dalla Chiesa cattolica è diventato semplicissimo. Infatti per rifiutare il battesimo ricevuto, p sufficiente scaricarsi un modulino da internet  dal sito Uaar ( Unione degli atei e degli agnostici razionalisti ), compilarlo e inviarlo alla propria diocesi, attraverso una raccomandata. Nel 2015, le richieste inviate sono state di 47.726, numero che supera il precedente primato che era del 2012 ( 45.797 ). Secondo la responsabile della Uaar, Adele Orioli : ” La maggior parte di accessi si concentra a Roma e nel centro-nord. Il fenomeno è in crescita soprattutto tra i giovani, mentre diminuiscono i ricorsi contro il diniego dei preti. Nel 2005 abbiamo seguito 10 ricorsi al Garante, 14 nel 2007 e solo uno nel 2014: sempre meno parroci si oppongono alle richieste di sbattezzo e le pratiche si sono velocizzate. Non è un rito ma la scelta di ottenere il riconoscimento di un diritto civile, quello di non essere più parte della Chiesa. I download di moduli per lo sbattezzo aumentano in corrispondenza di casi eclatanti, come la posizione cattolica sulla vicenda Englaro o sulle unioni civili, o come effetto degli scandali. Ma per molti lo sbattezzo è il ritorno a una scelta negata quando sono stati battezzati da piccoli “.

Notizie simili su NewsEuropa.it