Canzio: reato di immigrazione inutile.

canzio

Giovanni Canzio, presidente della cassazione ha affermato che il reato di immigrazione clandestina sarebbe “inutile, inefficace e per acluni profili dannosa “, chiedendo l’abolizione del reato e ritenendo l’espulsione diretta molto più efficace. ” la risposta sul terreno del procedimento penale si è rivelata inutile, inefficace e per alcuni profili dannosa. La sostituzione del reato con un illecito e con sanzioni di tipo amministrativo, fino al più rigoroso provvedimento di espulsione “, sarebbe azione più concreta. Anche il ministro della giustizia, Andrea Orlando, da una sua opinione a nome del governo :”Ci adopereremo nel quadro di una ridefinizione delle regole che disciplinano il fenomeno migratorio per il superamento del reato di immigrazione clandestina “. Altro tema trattato da Canzio è la prescrizione : “irragionevolmente continua a proiettare la sua efficacia pure nel corso del processo, dopo l’avvenuto esercizio dell’azione penale o addirittura dopo che è stata pronunciata la sentenza di condanna di primo grado, mentre sarebbe logico, almeno in questo caso, che il Legislatore ne prevedesse il depotenziamento “.

Notizie simili su NewsEuropa.it