Canone Rai: attenti alle truffe

canone

Alla fine di evitare che alcuni si possono approfittare del cambiamento in atto riguardante il pagamento del canone Rai, la polizia di Stato lancia il suo chi va là ! Anche la stessa Rai, attraverso il proprio portale Internet dichiara ” in nessun caso saranno richiesti dati per effettuare pagamenti on-line (numero di carta di credito o coordinate bancarie) “. Inoltre, gli utenti italiani non dovranno in nessun modo aspettarsi visite domiciliari da parte di incaricati con il compito di riscuotere il suddetto pagamento o rilevare dati bancari per conto della televisione di Stato. In nessun modo alcun incaricato sarà autorizzato a chiedere denaro. Al massimo, potranno, attraverso un riconoscimento con foto e sede di provenienza, rilasciare un bollettino di conto corrente postale. Per chi volesse ulteriori informazioni, sarà disponibile un numero verde gratuito a cui fare tutte le dovute domande.

 

Notizie simili su NewsEuropa.it