Camille Paglia: lesbica anti-gay

Considerata come una pensatrice originale del nostro tempo, Camille Paglia, è una femminista attiva. Di cittadinanza americana ma con chiare origini italiane, è l’esponente più ti volga perciò che riguardano le voci libere della cultura moderna. È una donna che va controcorrente, femminista ma al tempo stesso odia il femminismo contemporaneo ” malato, indiscriminato e nevrotico. lasciare il sesso alle femministe è come andare in vacanza lasciando il tuo cane ad un impagliatore. Inoltre, È una grandissima estimatrice delle donne che si sono fatti valere agli inizi del novecento ” perché non attaccavano gli uomini, non li insultavano, non li ritenevano la fonte di tutti i loro problemi, mentre al giorno d’oggi le femministe incolpano gli uomini di tutto “. Odia tutto quello che sta dietro alle mobilitazioni gay ” Perché in questi anni non c’è stato nessun leader gay lontanamente vicino alla statura di Martin Luther King? Perché l’attivismo nero si è ispirato alla profonde tradizioni spirituali della chiesa a cui la retorica politica gay è stata ostile in maniera infantile.”

Notizie simili su NewsEuropa.it