Brescia, molotov contro albergo che dovrà ospitare migranti

Vobarno, Brescia. Due molotov sono state lanciate all’interno di un locale alberghiero che dovrà ospitare, nei prossimi giorni, alcuni dei numerosi migranti che stanno sbarcando in Italia in questo periodo.
L’hotel Eureka di Vobarno, infatti, è attualmente chiuso al pubblico e dovrebbe essere la casa di 35 migranti richiedenti asilo.

Si tratta senza ombra di dubbio di un atto di intimidazione ma non si è ancora compreso sé è avvenuto contro il gestore dell’albergo o contro la stessa situazione che si è venuta a creare riguardo l’arrivo delle migliaia di migranti nella paese, da sempre non bene accetti in molte zone d’Italia.

La stessa prefettura di Brescia ha tenuto a precisare che l’utilizzo dell’albergo resta al momento ancora un’ipotesi in quanto l’accordo tra la cooperativa che gestisce gli stessi migranti e il gestore dell’albergo, Valerio Ponchiardi, non è stato ancora trovato.

Quello che è sicuro che diversi immigranti giungeranno nelle prossime ore nel territorio bresciano. Intanto sul caso relativo a questo atto criminoso grave ma purtroppo non nuovo indagano i carabinieri nonché la Digos coadiuvata dalla questura bresciana.

Notizie simili su NewsEuropa.it