Braccialetti rossi per i profughi in Galles

Galles

Pare che i migranti saranno costretti a indossare un braccialetto rosso per essere riconosciuti. Questo è quello che sta accadendo in Galles, e più precisamente a Cardiff, presso il centro d’accoglienza che viene diretto da Ready Homes, dove grazie ad un contratto intrapreso con il ministero dell’interno, ha obbligato i profughi ad indossare il braccialetto rosso, per poter avere un pasto caldo. A chi si rifiuterà di farsi mettere il braccialetto, verrà negato il cibo. Secondo quanto riferito da Maher, 41 enne intervistato dal The Guardin “chi rifiutava di indossare il braccialetto veniva minacciato di segnalazioni al ministero dell’Interno. Quando cammini per strada con indosso quel braccialetto rosso fiammante, tutti sanno immeditamente chi sei e dove vivi. Non ci sentiamo alla pari con gli altri membri della comunità. Tutte le volte che sono uscito ho cercato di nascondere il braccialetto.”

Notizie simili su NewsEuropa.it