Austria: schierati 80 agenti al confine con l’Italia, guerra ai migranti

L’Austria ha deciso di schierare ben 80 agenti nel Brennero, al confine con l’Italia. Secondo quando spiegato da Günther Platter, governatore del Tirolo, il nostro paese non rispetterebbe gli accordi sui controlli dei migranti e nell’ultimo periodo si sarebbe registrato un incremento delle entrate illecite nel territorio austriaco.

Guenther Platter non le manda di certo a dire e spiega, avvalendosi di alcuni dati, come in questi giorni sarebbero stati segnalati un aumento di profughi che eluderebbero la sorveglianza ritrovandosi a passare il confine. Proprio per arginare questa migrazione, Vienna avrebbe inviato 80 agenti al confine al Brennero.

Il sottosegretario all’Interno, Domenico Manzione, avrebbe però rigettato tutte le accuse facendo notare a Günther Platter come l’Italia abbia mandato più di 50 uomini a pattugliare la zona e che, stando a quanto dichiarato, sarebbero pochissime le persone catturate durante il tentativo di sconfinamento.

Notizie simili su NewsEuropa.it