Attentato di Parigi: scena muta per Salah Abdeslam, il terrorista non collabora

Ieri era in programma la prima udienza di Salah Abdeslam, il terrorista che fece parte del commando che provocò la morte di ben 130 persone a Parigi qualche mese fa. L’attentatore è stato portato davanti ai giudici presso la il palazzo di Giustizia di Parigi ma avrebbe deciso di non collaborare.

Stando a quando dichiarato dall’avvocato di Salah Abdeslam, una volta finita l’udienza, il suo assistito non ha parlato ma ha in programma di farlo nei prossimi giorni. L’attentatore è l’unico superstite del commando che il 13 novembre scorso fece una strage a Parigi uccidendo 130 persone.

Per i giudici la sua eventuale testimonianze sarebbe importante, Salah Abdeslam potrebbe rivelare notizie fondamentali sull’organizzazione jihadista e su altri eventuali individui che hanno avuto un ruolo nell’attentato.

Notizie simili su NewsEuropa.it